Archivi della categoria: Eventi

Al via la seconda edizione

Lo sport oltre i confini

Domenica 19 maggio al Campo B. Betti

 

Domenica 19 maggio, al campo B. Betti di Soffiano sarà una giornata all’insegna dello sport, dell’integrazione, della conoscenza e del divertimento. Dalle ore 10 alle 17,30, andrà in scena la seconda edizione dell’evento “Lo sport oltre i confini”, organizzato da Caritas Firenze in collaborazione con Fondazione solidarietà Caritas Ets e grazie al supporto dell’ufficio Young Caritas.

Ecco il programma della giornata:

ore 10:00 arrivo e registrazioni

ore 10:30 – 17:00 tornei, giochi, prove sport (basket, calcetto, danza, dodgeball, freccette, ping pong, rugby etc.)

ore 17:30 premiazione dei partecipanti

L’evento è totalmente gratuito e il pranzo sarà offerto a tutti dagli organizzatori. 

Per partecipare all’iniziativa è obbligatorio registrarsi 

 

VII Giornata Mondiale dei Poveri - 19 novembre 2023

Iniziative YoungCaritas

Un uomo è ricco in proporzione al numero di cose

delle quali può fare a meno

In occasione della VII Giornata Mondiale dei Poveri, il team YoungCaritas ha pensato di raccontare, attraverso il linguaggio universale della fotografia, le storie di povertà che abitano gli angoli più emarginati della nostra bellissima Firenze. 

Alcune tra le foto scattate dal nostro collaboratore Pietro Cassini sono state stampate su dei roll up che verranno posizionati in ognuno dei 17 vicariati. Abbiamo corredato le foto con brevi frasi, quelle che più ci hanno colpito delle storie che ci sono state raccontate. 

Le storie delle due persone che abbiamo incontrato potete leggerle o ascoltarle qua sotto. Sui nostri canali social potete invece scorrere tutte le foto che Pietro ha scattato. 

Leggi la storia di M.

Leggi la storia di T.

 

Domenica XXXIII del Tempo Ordinario - 19 novembre 2023

VII Giornata Mondiale dei Poveri

Ecco il calendario dei nostri appuntamenti

VII Giornata Mondiale dei Poveri

«Non distogliere lo sguardo dal povero» (Tb 4,7) è il titolo della settima Giornata Mondiale dei Poveri, prevista per domenica 19 novembre. Sebbene l’attenzione alle necessità di chi è più fragile, solo, emarginato, indigente o bisognoso di ascolto e cura sia il centro dell’attività quotidiana di Caritas, in occasione di questa Giornata la Caritas diocesana di Firenze ha organizzato una serie di appuntamenti e iniziative dedicate al tema della povertà in collaborazione con la Badia Fiorentina, la parrocchia della Beata Vergine Maria Regina della Pace, la Fondazione Solidarietà Caritas, l’Opera di San Procolo e la rete internazionale We are Fratello.

Per l’animazione caritativa e liturgica abbiamo preparato un sussidio che puoi scaricare cliccando qui

Il calendario degli appuntamenti:

Si comincia con una tre giorni di convivenza ad Assisi in programma per il 13-14-15 novembre. Questa sarà l’occasione per trascorrere del tempo insieme a cinquanta ospiti e operatori delle case di Fondazione Caritas. Venerdì 17 novembre, invece, in via Corelli, a partire dalle 17 si terrà un incontro dal titolo “Umanità in trasformazione: impegno e cura”, durante il quale interverranno Alessandra Morelli, delegata UNHCR dal 1922 al 2021 e don Gherardo Gambelli, parroco della chiesa di Madonna della Tosse ed ex missionario in Ciad. «Il nostro progetto ha voluto fortemente organizzare l’evento di sensibilizzazione per la comunità con due relatori di spicco: Alessandra Morelli delegata UNHCR, protagonista nelle crisi umanitarie degli ultimi 30 anni col ruolo di proteggere i più deboli, e Don Gherardo Gambelli che porta un’esperienza di missionario nel CIAD per molti anni, conoscitore della trasformazione dell’Africa – afferma Paolo Santagata, coordinatore SAI ordinari Firenze –. L’evento si inserisce negli obiettivi del progetto promuovendo la cultura dell’ accoglienza e della conoscenza per un’ inclusione sempre più ampia ed efficace». Domenica 19 il calendario degli appuntamenti prevede la recita delle lodi mattutine alle ore 8 nella chiesa della Badia Fiorentina e poi a seguire la Santa Messa organizzata dall’Opera di San Procolo e presieduta da don Fabio Marella, vicedirettore di Caritas Firenze. «Ogni domenica è una sorpresa e un atto di fede. Da ogni parte della città arrivano alla Badia Fiorentina circa 80 persone con i loro zaini, le loro borse e il loro bagaglio culturale e religioso dal quale provengono per assistere alla cerimonia religiosa – dice la Comunità di San Procolo –. Tutto questo alle 9 di mattina e in pieno centro di Firenze. La cosa bella è che da sempre si sono trovati sacerdoti disponibili che, con tanto entusiasmo, hanno dato il loro contributo affinché la Messa di san Procolo fosse viva fino ai giorni nostri». Alle ore 11:30, presso la parrocchia della Beata Vergine Maria Regina della Pace si celebrerà la Santa Messa presieduta da Mons. Marco Viola, vicario per il Servizio della Carità: «la Giornata Mondiale dei Poveri è una giornata per cambiare prospettiva, per superare la tentazione dell’indifferenza verso quella realtà provocante e scomoda che sono i poveri e le povertà – afferma –. Non sono giustificabili le nostre distrazioni “quando mai ti abbiamo visto” (Mt. 25,44), perché chi non vede le necessità dell’altro è perché non desidera vedere, concentrandosi sul proprio io». Anche don Paolo Milloschi, parroco della Beata Vergine Maria Regina della Pace accoglie volentieri la celebrazione della Messa per i poveri: «il povero interroga la coscienza di tutti, laici e credenti: non si può rinviare a domani o ad altri chi ha un bisogno vitale». La giornata di domenica si concluderà alle 15:00 con il collegamento video proposto alle parrocchie e ai gruppi dalla rete internazionale “We are Fratello”. «La frase scelta da Papa Francesco per l’animazione della VII Giornata Mondiale del Povero, tratta dal libro di Tobi “Non distogliere lo sguardo dal povero” ci impone una riflessone molto precisa che si fonda sull’attenzione, sulla relazione che ciascuno di noi ha il dovere di adempiere quando ascolta ed incontra una persona che ci chiede aiuto – conclude Riccardo Bonechi, direttore di Caritas diocesana Firenze –. È dunque lo sguardo, il guardare l’altro negli occhi, che ci pone di fronte a lui come un fratello o sorella, come una persona non diversa da noi ma soltanto bisognoso di una relazione profonda, sincera e potremmo dire alla pari. Non un diverso, non uno scarto della società ma come persona degna di essere compresa, condividendo le sue stesse sorti, le sue attese, i suoi bisogni. Ecco allora che anche l’atteggiamento che si instaura fin dall’inizio nella relazione, ha bisogno di una postura fatta di accoglienza, di attenzione che si manifesta nello sguardo penetrante fatto di comprensione e di condivisione. In questa cornice avremo davvero una Chiesa creativa fatta non per i poveri, ma con i poveri». 

Scarica e leggi il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale dei Poveri 2023

 

Caritas Firenze 1973-2023: 50 anni di storie, volti, sguardi. Fare memoria per costruire il futuro

“Caritas Firenze 1973-2023: 50 anni di storie, volti, sguardi. Fare memoria per costruire il futuro” è il titolo della nostra pubblicazione realizzata in occasione del cinquantesimo anniversario della nascita della Caritas diocesana di Firenze.

Questo libro vuole essere una raccolta di storie, testimonianze, ricordi e fotografie di tutte quelle persone che per un certo tratto di strada hanno camminato o stanno camminando ancora con noi. Il volume racconta i primi 50 anni di vita della Caritas diocesana di Firenze non facendo un lungo elenco di attività svolte, ma attraverso le parole e i volti dei diretti interessati, delle persone che, per un certo periodo, hanno avuto bisogno del sostegno della Caritas e di chi, operatori e volontari, si è messo a disposizione per aiutarli anche attraverso le Caritas parrocchiali.

Se anche tu desideri ricevere gratuitamente questo libro, puoi scrivere una email a: segreteria@caritasfirenze.it

Haec est Porta Coeli – 26 Marzo 2023

Programma della giornata

15:30 Ritrovo dei partecipanti 

16:00 Incontro con Abate Padre Bernardo

17:30 Celebrazione Eucaristica

Per confermare la tua partecipazione

                            e-mail: segreteria@caritasfirenze.it         

                            telefono fisso: 055 2763784       

                         cellulare: 335 1825734

Basilica di Santa Croce - 4 dicembre 2022

Quale bellezza ci salverà?

Cerchiate di rosso questa data sul calendario: domenica 4 dicembre vi aspettiamo alla Basilica di Santa Croce per un bel pomeriggio insieme! Sarete guidati in un viaggio nella bellezza attraverso la lettura di alcuni affreschi e poi, per rifocillarvi, vi sarà offerta dai frati una piccola merenda. A seguire la Celebrazione Eucaristica.

Per partecipare all’evento, compila il form qui sotto!

 

Domenica 13 novembre

VI Giornata Mondiale dei Poveri

"Gesù Cristo si è fatto povero per voi"

Gesù Cristo si è fatto povero per voi è il titolo che papa Francesco ha scelto per il suo messaggio in occasione delle VI Giornata Mondiale dei Poveri che si celebrerà domenica 13 novembre.

Partendo proprio dal tragico conflitto tra Russia e Ucraina e dalle terribili atrocità che la guerra porta con sé, nel suo messaggio il Papa suggerisce tre spunti di riflessione per realizzare un nuovo stile di vita:

  1. Non rassegnarsi mai davanti alle guerre e alle povertà, così da evitare di assumere atteggiamenti di rilassatezza e di indifferenza nei confronti dei poveri.
  2. Non fare assistenzialismo nei confronti dei poveri, ma creare progetti che riabilitino alla vita perchè essi siano in grado di trovare nuove strade per ricominciare in autonomia.
  3. Mantenere sobrietà nello stile di vita per fare scelte che ci consentano di puntare all’essenziale.

Il Vicario Generale mons. Giancarlo Corti celebrerà la Santa Messa della  VI Giornata Mondiale dei Poveri domenica 13 novembre alle ore 11.30 presso la parrocchia di San Bartolomeo a Ripoli.

Per consultare o scaricare il sussidio per l’animazione della liturgia della giornata CLICCA QUI

Per leggere integralmente il messaggio del Santo Padre  CLICCA QUI

 

 

 

 


Venerdì 13 maggio alle ore 21:00

SIAMO STORIE

Un musical per raccontare l'affidamento familiare

Un spettacolo per raccontare in modo inedito e diverso, all’insegna della musica e del divertimento, l’esperienza dell’affidamento familiare. Si tratta del musical “Siamo storie” in programma venerdì 13 maggio alle 21.00 al Teatro Puccini di Firenze, un’iniziativa sostenuta e organizzata dal Centro Affidi della Zona Fiorentina sud-est con sede a Bagno a Ripoli, ennesimo frutto di un lavoro costante per promuovere la cultura dell’affido e dell’accoglienza. Lo spettacolo si svolge grazie al sostegno della Caritas di Firenze, che ha finanziato il progetto, della Società della Salute Fiorentina sud-est e della cooperativa sociale “Di Vittorio” che gestisce il Centro Affidi.

 

Il ricavato della serata sarà interamente devoluto alla Caritas. La commedia, che dalla regia alle musiche, porta la firma dell’assistente sociale Emiliano D’Ambrosio, è adatta a tutta la famiglia, bambini, ragazzi e adulti. Il tema dell’affidamento familiare viene trattato in forma nuova, a partire dalla storia di un adolescente a rischio a cui viene proposto un progetto di affido part-time diurno grazie alla disponibilità di una famiglia.

 

L’obiettivo è promuovere la cultura dell’affido superando, con una rappresentazione brillante, gli stereotipi che spesso associano l’affidamento familiare a difficoltà e sofferenze, mettendo in luce la sinergia tra le famiglie e i servizi sociali e il lavoro di rete ad esso connesso. Il tutto con una formula teatrale che vede impegnato un cast di giovani attori, artisti e ballerini e una band live di cinque elementi, tre coriste e le voci soliste degli attori.

 

 

Il Centro Affidi della Zona fiorentina sud-est ha aperto le sue porte nel 2001, oggi ha sede a Grassina, nel comune di Bagno a Ripoli ed è gestito dalla cooperativa “Di Vittorio”. In oltre venti anni di attività, ha gestito oltre 130 affidi familiari, fornendo consulenza e sostegno ai minori e alle famiglie affidatarie prima, durante e dopo l’affido. Nel triennio 2019-2021 ha fornito supporto e consulenza per 28 minori, attivando 21 abbinamenti con altrettante famiglie e avviando 10 affidamenti. Per partecipare allo spettacolo, ingresso a offerta libera a partire da 10 euro. Biglietti disponibili presso la sede del Centro Affidi in via Pian di Grassina 10 – Grassina, Bagno a Ripoli. Informazioni e prenotazioni: centroaffidi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it – oppure contattare o scrivere via WhatsApp al numero 3386327225.