Menu

Il tuo sostegno vale molto!

<a href="http://www.freepik.com">Designed by Freepik</a>

Accoglienza

personaResponsabile: Giuseppe Passaseo
Via Faentina 32 - 50133 Firenze
Tel: 055 46389278
Fax: 055 46389280 
accoglienza @caritasfirenze.it

La Caritas Diocesana è ormai da molti anni impegnata sul fronte dell’accoglienza a persone in difficoltà. Attraverso i suoi Centri di Accoglienza – solo notturna, residenziale o diurna, rivolti a uomini, donne sole o con bambini, minori – dislocati sul territorio diocesano e gestiti quasi tutti dall'Associazione di Volontariato Solidarietà Caritas – onlus, grazie anche a convenzioni con Pubbliche Amministrazioni e Azienda Sanitaria, arriva a dare ospitalità a tante persone che vivono un periodo di fragilità e precarietà.
Quasi tutte le strutture sono di pronta accoglienza, ciò significa che le persone possono essere accolte per periodi di tempo limitati. Ci sono poi centri che accolgono persone con problematiche specifiche (carcere, Aids, richiedenti asilo, ospiti con patologie gravi, ...). 
L’ingresso nelle strutture di pronta accoglienza è coordinato dal responsabile dell'Ufficio Accoglienza, che riceve le segnalazioni dai servizi sociali del territorio (via telefono, fax, posta elettronica), fornisce le informazioni necessarie (tanti posti sono in convenzione con enti pubblici e, in questi casi, sono previste modalità che variano da Comune a Comune e da ente a ente) e organizza l’ingresso dell’ospite nel centro d’accoglienza. 
Una volta verificata la disponibilità del posto, si procede ad un colloquio preliminare, finalizzato a far conoscere all’ospite la casa e il regolamento interno e a condividere con lui/lei un progetto mirato al raggiungimento dell'autonomia. 
Durante il periodo di accoglienza gli ospiti vengono aiutati a superare lo stato di marginalità in cui si trovano attraverso un lavoro di sostegno alla persona e di accompagnamento nella ricerca di soluzioni occupazionali ed abitative autonome. Si provvede all’inserimento scolastico dei minori nelle scuole di ogni ordine e grado. Si organizzano poi degli incontri di verifica dei progetti personali degli ospiti tra i responsabili e gli operatori dei Centri di Accoglienza, il coordinatore dell’Ufficio Accoglienza e, laddove l’interessato ne ha una/uno di riferimento, gli assistenti sociali. Tutto ciò, nel totale rispetto della dignità di ogni individuo, è finalizzato al reinserimento socio-lavorativo delle persone accolte.

Casa Santa Chiara

donne con o senza figli

depliant

Accoglienze San Paolino

donne con o senza figli

depliant

Casa Famiglia San Paolino

persone sopra 50 anni

depliant

Casa San Michele

donne con o senza figli

depliant

Centro San Martino

uomini

depliant

La Meridiana

uomini

depliant

Acc. temporanea La Meridiana

famiglie sfrattate

depliant

 

 

 

 

 

 

 

 

Fondamentalmente è nostro desiderio offrire ad ogni ospite spazi di accoglienza nei quali poter vivere in maniera dignitosa, ritrovare se stessi e il senso (valore e direzione) della propria vita sentendosi pienamente accolti, riscoprire le proprie risorse e “dare un nome” alle proprie difficoltà, essere inseriti e radicati in un territorio, tessere una rete di rapporti tra persone – uomini e donne – che, seppur diversi per nazionalità, cultura e storia, insieme vivono e sperimentano il valore del sostegno reciproco.
In questo senso, i centri d’accoglienza sono per tutti – operatori, ospiti e volontari – un’ottima scuola di interazione interculturale e di convivenza pacifica.

Parola“Oggi urge l’obbligo che diventiamo generosamente prossimi di ogni uomo, e rendiamo servizio coi fatti a colui che ci passa accanto: vecchio abbandonato da tutti o lavoratore straniero ingiustamente disprezzato, o esiliato, o fanciullo nato da un’unione illegittima, che patisce immeritatamente per un peccato da lui non commesso, o affamato che richiama la nostra coscienza…”.  (Gaudium et Spes 27)

 

 

Sei un medico, un infermiere, un giardiniere, hai la patente B
e voglia di darci una mano?
Clicca sull'immagine e ... leggi!

PASTORALE DELLA CARITÀ
formazione e iniziative

"... L’umanesimo, di cui Firenze è stata testimone nei suoi momenti più creativi, ha avuto sempre il volto della carità. Che questa eredità sia feconda di un nuovo umanesimo per questa città e per l’Italia intera". (Papa Francesco - Firenze, 10 novembre 2015, omelia allo Stadio Franchi)

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Bimestrale Solidarietà Caritas

Leggi on-line il nostro Bimestrale, oppure scaricalo gratuitamente
sul tuo computer!

Vai

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

LA CARTA DEI VALORI

Un documento pensato e condiviso dalle Associazioni e Cooperative promosse dalla Caritas Diocesana di Firenze per chiarire e rafforzare i riferimenti etici e spirituali cui le stesse si ispirano nel loro operare, sia nella gestione diretta delle “Opere Segno” sia negli impegni che assumono nei confronti dei soggetti con i quali interagiscono. ... (leggi tutto)

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Sostieni concretamente i nostri progetti di solidarietà, aiutaci ad accogliere, accompagnare, offrire sostegno e prospettive per il futuro a tante persone e a tante famiglie che sono in difficoltà. Vuoi sapere COME FARE?

Vuoi dare una mano?

VolontariatoDona una parte del tuo tempo, metti i tuoi talenti a servizio e davvero riceverai cento volte tanto come il Signore Gesù ha promesso!

Leggi ...

Torna su